Luoghi da visitare ad Assisi

Una terra tutta da scoprire

distanziatore
Hotel La Quiete si trova in una posizione invidiabile, a pochissima distanza da diversi luoghi da visitare ad Assisi pieni di storia, affascinanti bellezze artistiche, paesaggi unici e mozzafiato: lo staff di La Quiete sarà a vostra disposizione per suggerirvi gli itinerari che maggiormente soddisfano le vostre esigenze, organizzando per voi meravigliosi tour.

Ad esempio è possibile visitare, richiedendo e progettando itinerari su misura, le splendide città umbre come Perugia, Assisi, Todi, Orvieto, Lago Trasimeno, Cascate delle Marmore, Montefalco e Gubbio

 
 
Assisi

ASSISI

La città simbolo della pace, che in tutto il mondo è identificata con San Francesco ed è al contempo una deliziosa cittadina medievale. Chiaramente non può mancare un’approfondita visita alla Basilica di San Francesco, composta da due parti talmente diverse da essere complementari: la Chiesa Superiore e la Chiesa Inferiore. Queste ultime sanno stupire ogni visitatore per la loro ricchezza di dettagli e di elementi storici. Imperdibili all’interno della Chiesa gli affreschi di Giotto e della sua scuola. Da non dimenticare la medievale Piazza del Comune ed il Tempio di Minerva.

 
 
montefalco

MONTEFALCO

Conosciuta soprattutto per il vino la città di Montefalco è situata in un’incantevole posizione geografica. Dal belvedere, infatti, è possibile scorgere una grande parte dell’Umbria ammirando i centri di Perugia, Assisi, Spello e Foligno, oltre che le splendide colline ricche di vigneti. Dopo un tour sulle mura medievali, è possibile visionare la Chiesa di Sant’Agostino e la Chiesa-Museo di San Francesco. Infine, dopo un giro nel centro storico tipicamente umbro, è possibile arrivare nella bellissima piazza circolare dove vi si affacciano il Palazzo del Comune e l’Oratorio di Santa Maria.
 
 
montefalco

Cascate delle Marmore

La Cascata delle Marmore è una meta gettonata di assoluta bellezza, da non perdere. Sentieri ricchi di verde caratterizzati da vie di escursioni che ti permettono di fare attività spettacolari capace di emozionare grandi e piccoli! Si tratta infatti della cascata più alta d'Italia, tra le più alte di tutta Europa. Il dislivello complessivo è suddiviso in tre salti, compiuti in successione dalle acque del fiume Velino che in questo modo si getta e confluisce nel nera. La progressione di salti crea una cornice d'insieme ancora più suggestiva, quasi unica nel suo genere.

 
 
 
perugia-2143132_1920

PERUGIA

Lo splendido capoluogo con le sue caratteristiche stradine medievali ed erte, i suoi panorami mozzafiato e le tante golose specialità da assaggiare. Piazza IV Novembre è il cuore della città e qui è possibile vedere la splendida Fontana Maggiore, la Cattedrale di San Lorenzo ed il Palazzo dei Priori. Da visitare anche Corso Vannucci, che con i suoi negozi e i suoi storici locali rappresenta il centro della vita sociale perugina
 
 
Festa-dei-Ceri-di-Gubbio

GUBBIO

Ogni tour deve iniziare dal Duomo, un vero e proprio tesoro d’arte. La splendida Piazza Grande ospita anche il Palazzo dei Consoli, simbolo della città ed il Palazzo Ducale. Famosa in tutto il mondo è la Corsa dei Ceri, un evento celebrato anche in televisione, imperdibile per ogni turista. Per godere di una vista indimenticabile di Gubbio, basta andare al Parco Ranghiasci; una volta presa la funivia è possibile arrivare alla Basilica di Sant’Ubaldo, che ospita le spoglie del santo ed i famosi ceri.

 
 
Festa-dei-Ceri-di-Gubbio

spoleto

Spoleto è senza dubbio uno dei luoghi situati vicino l’albergo di Assisi La Quiete che dovrete sicuramente visitare e scoprirne le sue mure storiche caratterizzato dalla maestosa Rocca Albornoziana, che domina la città. Illustre testimonianza della presenza dei papi e dei governatori a Spoleto la Rocca, delimitata da un alto sistema di mura perimetrali alternate da sei torri squadrate, è infatti il simbolo della città e si divide in due aree distinte: il Cortile d’onore, con il Museo nazionale del Ducato e uno spazio polivalente per mostre, concerti e convegni, e il Cortile delle armi, con un teatro all’aperto.


 
 

RITIRO SPIRITUALE AD ASSISI

META DI PELLEGRINAGGI

All'interno del complesso La Quiete è disponibile una piccola cappella datata 1700, che va ad allinearsi con la fama di ritiro spirituale ad Assisi.

Cenni storici del borgo.
La città di Assisi è nota per essere stata la casa di San Francesco e di Santa Chiara. Per tale motivo, dopo il ritrovamento dei loro corpi, nel 1818 e nel 1850, Assisi diventa meta privilegiata di pellegrinaggi; il turismo religioso dette un forte incremento alla rinascita dell'economia locale.
 
ritiro-spirituale-assisi
 

la storia DI ASSISI

Durante la seconda guerra mondiale, nel periodo seguente all'8 settembre 1943 e all'occupazione tedesca, Assisi è letteralmente invasa dai profughi, tra i quali oltre 300 ebrei. Il vescovo mons. Giuseppe Placido Nicolini trasforma Assisi in uno dei centri principali della resistenza civile italiana all'Olocausto. Travestiti da frati e suore, nascosti nei sotterranei e nelle cantine, mimetizzati tra gli sfollati, provvisti di documenti falsi, gli ebrei rifugiatisi ad Assisi sono protetti da una vasta rete di solidarietà che si estende anche ad altre zone dell'Umbria ed ha contatti, anche attraverso il ciclista Gino Bartali, con le centrali di resistenza e finanziamento della Delasem in Liguria e Toscana. Il compito è arduo. Tra i rifugiati ci sono donne, bambini, vecchi, ammalati, che necessitano di cure ed assistenza per le necessità quotidiane. Si organizza persino una scuola dove i bambini ebrei possano ricevere istruzione religiosa ebraica. Grazie anche alla complicità del colonnello tedesco Valentin Müller, che dichiarerà Assisi una zona franca ospedaliera, nessun ebreo sarà deportato da Assisi.
Rivolgiti a noi per il ritiro spirituale ad Assisi.
 
 

LA MOSTRA

“Assisi: Anno Santo. I Giubilei della Chiesa da Leone XIII a Francesco”. Una straordinaria collezione di testimonianze dedicate ai giubilei, straordinari e ordinari, che si sono svolti dal 1900 al 2000. Aperta il martedì ed il giovedì dalle 15.00 alle 19.00 e dal venerdì alla domenica dalle 11.00 alle 19.00, è visitabile presso il Palazzo Bonacquisti in Piazza del Comune ad ingresso libero.

 
 

IL CALENDIMAGGIO

La festa di Primavera di Assisi, un evento che si protrae da secoli e offre canti, musiche, serenate sotto i balconi con una fortissima partecipazione popolare. L'evento trae il nome dal periodo in cui ha luogo, cioè l’inizio di maggio. Dal 1954, per iniziativa di alcuni intellettuali assisiati, si dà vita ad una contesa che rievoca i tempi del calendimaggio. Le due parti tornano a sfidarsi ai nostri giorni in una contesa accesa ma cortese, di canto, recitazione e creazioni scenografiche. Le parti altri non sono che le due unità territoriali, che rievocano i territori dei Fiumi e dei Nepis, in cui è idealmente suddivisa la città.

 
 

ASSISI UNDERGROUND

La visita guidata alle Domus Romane di Assisi, dov’è celata la storia più antica della città, quella che ne racconta al meglio il passato di colonia dell’Impero. Sarà possibile visitare la Domus di Properzio, rinvenuta sotto la Chiesa Maggiore e ricchissima di graffiti con versetti poetici, e la Domus del Lararium, che si trova sette metri sotto il Palazzo Giampè, che presenta bellissimi affreschi e mosaici.

 

PERCORSO ENOGASTRONOMICO